Piccolo Sciliar

Il Piccolo Sciliar nella parte occidentale dello Sciliar

Lo Sciliar è una delle montagne più imponenti e conosciute delle Dolomiti. Questa montagna conferisce all'Alpe di Siusi il suo inconfondibile panorama e come tale ha anche dato il nome alla circostante zona turistica. In ogni periodo dell'anno l'Alpe di Siusi e il circostante Altipiano dello Sciliar attirano anno dopo anno numerosi villeggianti desiderosi di godersi questo incantevole luogo e di trovarvi relax.

Osservando più da vicino lo Sciliar si nota che questo gruppo montuoso, riconosciuto dall'UNESCO come patrimonio naturale dell'umanità, è suddiviso in più zone, una delle quali è appunto il Piccolo Sciliar (in tedesco: Jungschlern).

Maggiori informazioni sul Piccolo Sciliar

Il Piccolo Sciliar si erge sul lato occidentale dello Sciliar e raggiunge un'altitudine di 2.283 metri sul livello del mare.

Osservando lo Sciliar dall’area di Fiè allo Sciliar o dal Laghetto di Fiè si ha una vista diretta sulle pareti rocciose dello Sciliar. Alle spalle dello Sciliar è parzialmente visibile il Gabels-Mull che si estende in direzione della Punta Santner e che con un’altitudine di 2.389 metri sul livello del mare, è un po' più alto dello Piccolo Sciliar.

Il Piccolo Sciliar e il Gabels-Mull sono separati a est dalla Gola del Lupo. Sul lato orientale del Gabels-Mull si erge il Monte Castello con la Gola di Siusi che separa questi due monti. Nella parte meridionale del Monte castello è situato il Monte Pez che con un’altitudine di 2.563 metri sul livello del mare è la cima più elevata dello Sciliar.

Il Piccolo Sciliar fu scalato per la prima volta (lungo lo spigolo nord, III.) nel 1908 da Paul Mayr ed Ernst Hofer.

Dal Piccolo Sciliar scaturisce il Rio di Fié.

Altri articoli:

 

chi è online

Abbiamo 577 visitatori e nessun utente online