Alpe di Siusi

Alpe di Siusi, frazione di Castelrotto

Nel 1600 Marx Sittich von Wolkenstein descriveva così l’Alpe di Siusi:

“A un miglio tedesco a monte del villaggio di Castelrotto si estende un’alpe che per il suo fascino ed estensione non trova simili nel resto del paese: il suo nome è Alpe di Siusi. Ogni estate vi si possono lasciar pascolare circa 1.500 mucche e 600 buoi e trasportare a valle non meno di 1.800 carri di fieno. Quest’alpe produce inoltre diverse centinaia di quintali di lardo e formaggio, ospita circa 400 fienili (baite) e 100 malghe (alpeggi) e a San Giacomo (25 luglio) vede arrivare circa 4.000 uomini e donne che vengono a lavorare il fieno per quattro o cinque settimane. Si dice che sia il fieno migliore e più resistente dell’intero paese.

Marx Sittich von Wolkenstein era un tardo discendente di Oswald von Wolkenstein, il famoso poeta, cavaliere e trovatore del medioevo che ha trascorso gran parte della sua vita nella regione dello Sciliar. Lo stesso entusiasmo provato da Marx Sittich von Wolkenstein per l’Alpe di Siusi si riflette ancora oggi nel gran numero di turisti che trascorrono qui le loro vacanze. Con una superficie di 56 ettari l'Alpe di Siusi è la più grande malga (pascolo) d’alta quota d'Europa ed è considerata come un vero e raro gioiello della natura.

Gli ospiti che trascorrono le loro vacanze sull'Alpe di Siusi o nel vicino altipiano dello Sciliar considerano quest’alpe come un’area ricreativa e una riserva naturale unica nel suo genere, ideale per voltare le spalle alla vita quotidiana e “fare il pieno” di energia ricreativa. Dal punto di vista comunale, l’Alpe di Siusi è tuttavia una delle dodici frazioni del Comune di Borgata Castelrotto. Ben 199 (ultimo aggiornamento: 31.12.2018) dei circa 6.900 abitanti sono residenti della frazione “Alpe di Siusi”.

L’Alpe di Siusi

L’Alpe di Siusi si estende su una superficie di 56 chilometri quadrati ed è pertanto la malga d’alta quota più grande d'Europa. Con questa superficie l’Alpe di Siusi è anche la più grande frazione del Comune di Castelrotto e si estende su un’area grande quasi la metà del territorio comunale.

La Chiesa di San Francesco eretta a Compaccio, nella frazione dell'Alpe di Siusi, è una filiale della Chiesa parrocchiale di Castelrotto.

La maggior parte dei visitatori dell’Alpe di Siusi alloggia principalmente nella regione dello Sciliar o in Val Gardena e pertanto l’Alpe di Siusi è soprattutto la meta di escursioni giornaliere. Una serie di alberghi situati nell’Alpe di Siusi offre tuttavia adeguate possibilità d’alloggio. Gli alberghi sono distribuiti sull’intero altipiano. I turisti possono scegliere il loro alloggio nell’ambito di un’offerta che copre ogni fascia di prezzo. Negli ultimi anni sono stati aperti nuovi alberghi appartenenti soprattutto alla fascia di prezzi elevata, mentre alberghi tradizionali hanno raggiunto un elevato standard grazie a rispettive opere di modernizzazione. Il traffico di auto private nell'Alpe di Siusi è generalmente vietato; tuttavia è previsto il rilascio di permessi speciali per consentire ai turisti di raggiungere i loro alberghi.

Per ulteriori interessanti informazioni sull'Alpe di Siusi si prega di cliccare il seguente link: Alpe di Siusi

Oltre all’Alpe di Siusi, il Comune di Borgata Castelrotto comprende le seguenti frazioni: Siusi allo Sciliar, Tisana, Tagusa, San Valentino, San Michele, Sant’Osvaldo, San Vigilio, Oltretorrente, Roncadizza e Bulla.

chi è online

Abbiamo 387 visitatori e nessun utente online