Tagusa

Tagusa, Castelrotto

Tagusa è una piccola frazione (borgata) di Castelrotto. La località offre di per sé un numero di attrazioni relativamente piccolo. Tuttavia, chi desidera visitare un luogo completamente circondato da prati verdeggianti e che emana un’eccezionale senso di quiete – cosa oggi piuttosto rara – non dovrebbe fare a meno di recarsi almeno una volta a Tagusa.

Tagusa – in tedesco Tagusens – si trova a un’altitudine di circa 900 metri sul livello del mare ed è accessibile attraverso un’unica strada. Percorrendo la strada provinciale che da Ponte Gardena sale su fino al Comune di Castelrotto si deve prendere – prima di raggiungere Castelrotto – la diramazione a sinistra in direzione di Tesimo e Tagusa. Dopo aver attraversato Tesimo si prosegue quindi sulla strada che si snoda per quattro o cinque chilometri tra spettacolari prati verdi e che è altresì l’unica strada per ripartire da Tagusa. Questo è anche il motivo per cui la borgata ispira tanta pace – a Tagusa non c'è traffico di transito, vi arrivano infatti solo le auto effettivamente dirette verso questo luogo.

La località ha un carattere particolarmente idilliaco e il paesaggio è dominato principalmente dall'agricoltura. Qui si può vivere la natura allo stato puro. Una possibilità di soggiorno in questa borgata, che sembra essere stata creato apposta per l’agriturismo, viene offerta solo da alcuni singoli masi. Tagusa conta complessivamente circa 100 abitanti (stato al 31.12.2018: 95 abitanti).

Il 1904 viene ricordato come un anno infausto per Tagusa. In quell’anno la borgata venne infatti colpita da un incendio.

Tagusa e il suo panorama

Dall’orlo del paese si può allontanare lo sguardo fino a Barbiano e Villandro, ossia fino alle borgate visibili sul lato opposto della valle. Da qui si possono inoltre ammirare perfettamente le pendici del Renon e il versante nord-est della Val Gardena.

Chiesa di S. Maddalena

Tagusa ha una sua propria chiesa consacrata a Santa Maddalena. La chiesa costruita in stile romanico nel 13° secolo si trova sulla destra alla fine del paese. All’interno della chiesa si può ammirare l’elevato valore artistico del suo piccolo altare maggiore. La pala di questo altare maggiore è stata realizzata da Franz Sebald Unterberger (1706 -1776, pittore di Val di Fiemme).

Soprattutto nelle giornate molto calde e soleggiate non si dovrebbe perdere l’occasione di visitare anche l’area retrostante la chiesa, dove ci si può rinfrescare all’ombra di imponenti alberi. Le comode panchine invitano formalmente a soffermarsi e a godere appieno del magnifico e sereno paesaggio.

In linea di principio le chiese venivano costruite quasi sempre al centro del paese. Appare quindi un po' insolito che la Chiesa di S. Maddalena sia stata eretta su una collina rocciosa ai margini della borgata. Si presume pertanto che il luogo in cui si trova oggi la chiesa sia stato in passato un insediamento preistorico o un luogo di culto.

Il Museo della scuola

Tagusa è una borgata particolarmente piccola e isolata, ma offre tuttavia un’attrazione del tutto speciale. Nel villaggio si può visitare il Museo della Scuola, dove si può rivivere l’atmosfera della vita scolastica di un tempo. Il Museo della scuola è l'unico edificio scolastico risalente ai tempi del fascismo e ancora esistente in Alto Adige. Per ulteriori informazioni si prega di leggere l’articolo: Il Museo della scuola di Tagusa.

Immagini

chi è online

Abbiamo 1050 visitatori e nessun utente online